Girogustando


Le news di Girogustando

La 'prima' di Castagnoli
Al Celliere, Chianti con spritz

L'aperitivo 'spritz' con antipasto di per sè valeva già il 'viaggio', con le venete bollicine servite in tandem con i latticini e salumi campani (treccia e mozzarella di bufala su tutti, grazie al caseificio Rivabianca di Paestum ed ai senesi di Forte&Forte che li hanno proposti) ed tramonto con vista sul Chianti dai colori mozzafiato. Ma le vere sorprese sono arrivate in sala, con le tensioni della vigilia per il doppio debutto fugate in sorrisi e coinvolgenti sapori.

La 'prima volta' in Girogustando del Ristorante “Il Celliere” e del Ristorante & Spritz bar “Cima” di Conegliano Veneto è stato alfine un vero piacere, e non c'è temine migliroe per rendere l'idea. Grazie alla volontà di Max Adorno, imprenditore motivato ed emergente nel panorama senese dell’ospitalità, che da un anno ‘mescola’ nel Chianti il suo essere  maitre e dottore in Legge, e le prime esperienze di settore a Montalcino. E grazie ad Antonio della Pasqua, mente (e braccia!) di un locale divenuto punto riferimento, a Conegliano, di quella straordinaria predisposizione all’incontro che si riassume nel concetto di Spritz. Rientrati dalle prime brezze che accarezzavano sul finire l'aperitivo in terrazza, è stato provvidenziale il caldo (al palato, oltre che alla vista)   “risotto alla sbirraglia di coniglio sfumato al prosecco”. E che dire della prima 'risposta', di Fata Semilanovic, chef di Castagnoli? Dopo svariate prove interne, per la prima volta lei e Adorno hanno scelto di proporre in pubblico i Passatelli di mascarpone e crosta  con salsa al Chianti Classico; ed è stata vera rivelazione, con applauso al seguito. Nuove frontiere del gusto sono state toccate con i secondi servizi, in particolare con il coniglio in vaso a bassa temperatura e patate al ventaglio, seguito dal Peposo stracotto in Chianti classico con faglioli zolfini. 

Come sempre, particolarmente curato ed armonico è stato l’’abbinamento dei vini, serviti dai Sommelier Ais: oltre al Prosecco, Chianti classico (incluso Riserva) Rocca di Castagnoli. Le suggestioni della serata sono state rinforzate delle creazioni pittoriche di Maria Pace Latella, esposte in sala per l’occasione e molto apprezzata nella decorazione dei 'forchettoni' omaggiati agli chef. E perfetto corollario hanno fatto i sorrisi del giovane staff del Tour operator Prosecco di Marca, giunto fin da Valdobbiadene per 'iniziare' il pubblico di Girogustando ai tanti piccoli tesori sparsi nel territorio accanto alle grandi 'perle' del Veneto; che, in questo, è  molto simile alla...Toscana.

 Il menu completo nella Sezione Eventi .

Sono disponibili alcune immagini della serata.

News pubblicata il: 10/05/2012
Segnala la notizia

Iscriviti alla newsletter

 

Ricerca

Sponsor

Organizzazione

Partner

Patrocinio

Contributo

Ricettagenda

Privacy policy